6 consigli per migliorare le prestazioni delle tue Instagram Ads

Spendi troppo per le tue Instagram Ads o non riesci ad ottenere risultati? 

Vuoi migliorare le tue campagne ma non sai da dove iniziare?

In questo articolo troverai 6 consigli per sfruttare “Gestione inserzioni” di Instagram e best practice per un migliore ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS) nelle tue Instagram Ads!

Prendi carta e penna e continua a seguirmi!

Instagram Ads: Crea una canalizzazione da post organici esistenti

Quando pianifichi una campagna pubblicitaria su Instagram , il tuo obiettivo di marketing finale probabilmente non è generare coinvolgimento o convincere i follower a visitare il tuo profilo, ma generare entrate come lead o vendite.

Ciò non significa che dovresti creare solo Instagram Ads incentrati sulla conversione. Non è facile convertire qualcuno che sente parlare della tua attività per la prima volta.

Cercare di raggiungere un obiettivo così impossibile può essere inutilmente costoso, il che può portare a un ROAS basso.

Ecco perché la creazione di una canalizzazione di Instagram è fondamentale. Con una canalizzazione, puoi presentare la tua attività a un pubblico in crescita guidandolo dalla consapevolezza alla conversione. 

Sebbene la maggior parte della pianificazione delle Instagram Ads avvenga in “Gestione inserzioni” di Facebook, ora puoi iniziare a creare la tua canalizzazione nell’app di Instagram. 

Per iniziare, apri l’app di Instagram e accedi al tuo profilo. Clicca il post che desideri promuovere o il pulsante “Strumenti pubblicitari” per i suggerimenti. Instagram consiglia automaticamente i post con le migliori prestazioni da promuovere.

instagram ads

Una volta deciso quale post sponsorizzare, clicca il pulsante “Boost Post” e seleziona un obiettivo. Più visite al profilo possono attirare nuovi follower e aiutare i potenziali clienti a conoscere il tuo marchio. Più visite al sito Web e più messaggi possono indurre le persone che già conoscono la tua attività a prendere in considerazione un acquisto.

2 – Retargeting del pubblico 

Dopo aver impostato la canalizzazione di Instagram Ads e aver iniziato a pubblicare annunci destinati ai potenziali clienti, puoi creare segmenti di pubblico per il remarketing.

Poiché questi hanno già consapevolezza o interesse per la tua attività, è più probabile che effettuino un’azione di acquisto e sono costosi da raggiungere. 

Per creare un pubblico per il remarketing, vai su “Gestione inserzioni” e crea un pubblico personalizzato a livello di gruppo di inserzioni.

Se hai potenziato i post di Instagram, considera la possibilità di scegliere l’account Instagram come fonte di dati. 

retargeting pubblico

3 – Utilizza moduli di generazione di lead

Ora sai come raggiungere potenziali clienti alla tua canalizzazione e come retargetizzarli in modo efficiente.

Ma quale obiettivo Instagram Ads dovresti usare per costruire la tua canalizzazione?

Le campagne di lead generation sono ottime per spostare i potenziali clienti lungo il percorso verso la fidelizzazione.

Con questo obiettivo della campagna, puoi identificare lead e scoprire se sono adatti alla tua attività.

Questi annunci utilizzano moduli di generazione di lead nativi che si compilano automaticamente con le informazioni dell’utente, rendendo facile per i potenziali clienti fornire i propri dettagli di contatto in modo da poterli seguire al di fuori di Instagram.

generazione lead moduli

4 – Dai la priorità agli eventi di conversione

In alcuni casi, l’obiettivo finale delle Instagram Ads potrebbe essere le conversioni in-app. 

Ad esempio, puoi utilizzare moduli di lead gen, vendere prodotti tramite messaggi diretti o utilizzare Instagram Shopping.

La maggior parte delle volte, i lead e le conversioni avvengono probabilmente sul sito web della tua azienda o nella tua app. In tal caso, la configurazione e l’assegnazione di priorità agli eventi di conversione sono fondamentali, soprattutto quando si desidera massimizzare il ritorno sulla spesa pubblicitaria.

Dalla metà del 2021, Facebook Ads ha lanciato una serie di aggiornamenti per adattarsi al framework AppTrackingTransparency di Apple, che consente agli utenti di iOS 14.5 di disattivare il monitoraggio delle app di terze parti.

Per indirizzare gli utenti di iOS 14.5 e monitorare le conversioni sul tuo sito web o nella tua app, devi utilizzare “Gestione eventi” di Facebook per configurare e assegnare priorità agli eventi .

Innanzitutto, installa il pixel di Facebook sul tuo sito o configura l’SDK di Facebook per la tua app. Quindi apri “Gestione eventi” e clicca su “Misurazione eventi aggregati”, che ti consente di monitorare fino a 8 eventi di conversione per dominio, quindi è importante sceglierli con attenzione.

Usa la tua canalizzazione di Instagram Ads per mappare i tuoi eventi prioritari, ma al contrario. Ad esempio, il tuo evento con la priorità più alta potrebbe essere il tuo obiettivo finale come un acquisto, una prova gratuita o un lead. Gli eventi con priorità inferiore potrebbero includere aggiunte al carrello, abbonamenti o visualizzazioni di contenuto.

Per ottenere il ritorno sulla spesa pubblicitaria massimo, attiva l’opzione “Ottimizzazione del valore per gli eventi di acquisto”.

Quando attivi questa opzione, puoi utilizzare la tecnologia di apprendimento automatico di Facebook per garantire che la piattaforma pubblicitaria faccia offerte per i clienti che potrebbero generare il ritorno sulla spesa pubblicitaria più elevato.

eventi ads

5 – Prova una nuova strategia di offerta per la campagna

Quando imposti Instagram Ads incentrata sulla conversione, potresti automaticamente gravitare verso strategie di offerta come il costo più basso o il limite di costo, che sono progettate per fornire i massimi risultati. 

Quando il ROAS è la tua preoccupazione principale, considera invece la strategia di offerta ROAS minimo . Con questa strategia, ottieni un maggiore controllo sul tuo ritorno sulla spesa pubblicitaria mentre guidi il valore di acquisto più alto possibile.

Per utilizzare questa opzione, scegli un obiettivo incentrato sulla conversione come le vendite su catalogo e seleziona il ritorno sulla spesa pubblicitaria minimo a livello di campagna.

Quindi, a livello di gruppo di inserzioni, imposta il controllo del ritorno sulla spesa pubblicitaria minimo o il ritorno sulla spesa pubblicitaria medio che desideri ottenere.

6 – Imposta test A/B

Quando il miglioramento del ROAS è il tuo obiettivo principale, è fondamentale sapere cosa genera i migliori risultati per il tuo pubblico su Instagram.

Se non sei sicuro, imposta i test A/B per confrontare due o più opzioni l’una con l’altra. Puoi confrontare le risorse creative, il pubblico di destinazione o persino i posizionamenti per trovare ciò che risuona meglio con i potenziali clienti.

In “Gestione inserzioni”, seleziona l’Instagram Ads con cui vuoi sperimentare e clicca sul pulsante Test A/B. Scegli i gruppi di inserzioni che desideri confrontare e scegli una variabile.

Quindi scegli la metrica che dovrebbe determinare l’annuncio vincente; ad esempio, potresti voler usare “Costo per acquisto” per massimizzare il ritorno sulla spesa pubblicitaria.

Quando esegui il test A/B, Gestione inserzioni determina automaticamente il gruppo di annunci vincente entro il periodo di tempo impostato.

Tieni traccia dei risultati e scegli quella più efficace.

test a/b instagram
Conclusione

Se hai già deciso come costruire la tua prossima Instagram Ads o sei ansioso di testarle, questi 7 consigli possono migliorare notevolmente i tuoi risultati.

Poiché Instagram e Ads Manager continuano a evolversi in risposta ai problemi di privacy, presta attenzione alle prestazioni e ai risultati per mantenere il ritorno sulla spesa pubblicitaria il più elevato possibile.

Questo articolo ti è piaciuto? Condividilo!

Lascia un commento qui sotto per qualsiasi dubbio o perplessità.

SE L’ARTICOLO TI È PIACIUTO E PENSI POSSA ESSERE UTILE AI TUOI AMICI,
NON ESITARE A CONDIVIDERLO!

I TUOI AMICI TI RINGRAZIERANNO

Altri articoli che potrebbero interessarti
Tutorial Facebook
Tutorial Instagram
Tutorial Twitter
Tutorial Youtube
Tutorial TikTok
Tutorial Linkedin

Dietro le aziende che aumentano il fatturato facendolo sembrare facile, c’è una strategia di marketing digitale che li aiuta a raggiungere gli obbiettivi prefissati. Approfitta adesso del tuo Personal Marketing Assistant ed inizia a raccontare la tua storia di successo

Contatti

Questo sito non fa parte o è approvato da Facebook, Google, Twitter o qualsiasi piattaforma di social media in alcun modo. Tutti i nomi di prodotti, loghi e marchi appartengono ai rispettivi proprietari. Tutti i nomi di società, prodotti e servizi utilizzati in questo sito sono solo a scopo di identificazione. L’uso di questi nomi, loghi e marchi non implica la loro approvazione. FACEBOOK è un marchio di FACEBOOK, Inc. YOUTUBE e GOOGLE sono marchi di GOOGLE, LLC., TWITTER è un marchio di TWITTER, Inc.